Cos’è lo scanner intraorale e quali sono i vantaggi per il paziente?

By: | Tags: | Comments: 0 | marzo 21st, 2018

Lo scanner intraorale è uno strumento di ultima generazione che consente di rilevare le impronte dentarie digitalmente.

 

scanner intraorale

 

Composto da un semplice manipolo all’interno del quale sono contenuti i dispositivi di scannerizzazione, lo scanner intraorale è in grado di restituire in modo accurato, dettagliato e veloce (è infatti possibile scansire un’intera bocca in soli 5 minuti) tutte le informazioni necessarie per creare un modello 3D delle arcate dentarie.

Anche se la strumentazione è composta da apparecchiature complesse, il suo utilizzo è molto semplice e intuitivo: è sufficiente infatti introdurre nella bocca del paziente l’estremità dello scanner e farla scorrere lungo le arcate dentarie. Lo scanner produrrà un fascio luminoso che deformandosi a contatto con i denti rileverà l‘esatta posizione degli stessi. A completamente della scansione verrà effettuata una fotografia a denti chiusi al fine di ottenere informazioni sulla tipologia di masticazione.

 

scanner intraorale

 

Contestualmente tali dati vengono inviati ad un computer che restituirà con estrema precisione il modello 3D da cui l’odontoiatra potrà partire per pianificare e realizzare il trattamento.

 

Scanner intraorale con creazione e visualizzazione modello 3D

 

Informazioni pertanto sempre più precise e con notevoli vantaggi non solo per lo studio medico ma anche e soprattutto per il paziente.

Vediamo insieme quali sono i vantaggi per il paziente nell’utilizzo dello scanner intraorale per la rilevazione delle impronte dentarie:

1 – Minore invasività rispetto alla tradizionale tecnica: il paziente infatti non deve entrare a contatto con le paste e le cere che possono a volte creare sensazioni di disagio. In particolare questa innovativa strumentazione consente di limitare notevolmente il disagio in pazienti affetti da riflesso faringeo.

2 – Riduzione dei tempi generali del trattamento con sedute più brevi, minori visite e possibilità di iniziare il trattamento quanto prima.

3 – Maggiore precisione dell’impronta ottica rispetto a quella tradizionale: con l’utilizzo dello scanner intraorale sarà infatti possibile ottenere impronte precise garantendo cosi un risultato protesico perfettamente aderente alle specifiche cliniche e riducendo notevolmente la necessità di modifiche di restauro e remake.

4 – Maggiore coinvolgimento del paziente grazie alla possibilità di visualizzare su uno schermo le scansioni 3D e tutto il trattamento pianificato.

In generale pertanto tecnologie all’avanguardia migliorano la qualità dell’esperienza del paziente in cura aumentando il comfort e la precisione del trattamento e riducendo i tempi alla poltrona.

Scopri qui tutti i vantaggi dell’avvento del digitale in odontoiatria.

You must be logged in to post a comment.